Home > Argomenti vari > RENZI GENTILONI E L’ISTAT VIVONO IN UN’ ALTRO PAESE ; LE FREGNACCE NON BASTANO PER VINCERE LE ELEZIONI

RENZI GENTILONI E L’ISTAT VIVONO IN UN’ ALTRO PAESE ; LE FREGNACCE NON BASTANO PER VINCERE LE ELEZIONI

Più sento parlare Renzi e più  mi venono i conati di vomito. Meno male che la parte buona del paese  non se lo caca neppure ormai hanno capito tutti , anche quelli che lo hanno votato alle elezioni europee, di aver fatto un grossolano errore perché  da uno come Renzi ci si può solo aspettare di essere trascinati nel fallimento   assoluto . Se la canta e se la ride da solo e continua  a mettere in prima fila  ogni volta che apre bocca gli 80 euro e le riforme approvate . Evidentemente  questo  venditore di fumo  non  ha  capito che. non solo  gli  elettori ,ma anche una buona parte del suo stesso partito sono stanchi di essere presi in giro e sentirlo blaterare  su tutto quello che dice di aver fatto  ma che in realtà  non ha  concluso . I vari Bersani Civati  Speranza Pisapia e lo stesso Prodi tirato per la  giacca  lo hanno scaricato perché è solo un perdente  e con lui e con  tutta la Leopolda si rischia  di perdere non solo la faccia ma anche la dignità. Ora con le elezioni che si avvicinano fanno a chi le spara più grosse  non si era mai visto che l’istat  tirasse la volata per la campagna elettorale in modo così sfacciato  e spudorato a  Renzi ed ai suoi attendenti, Nei giorni scorsi  l’istat ha diffuso i dati economici del nostro paese . tutto a  gonfie vele,  mi sembravano in dati economici  del paese delle  meraviglie , peccato però che il paese reale  è tutto il contrario di quello che dipinge l’istat   su i cui dati   Renzi e il suo domestico si sono affrettati  a cantare vittoria e decantare i  propri meriti .  Perfino  Gentiloni che è un dilettante, è una seconda figura  della politica  racconta balle  agli italiani e non so con quale coraggio e su quali base  di credibilità, propone la sua  candidatura  alla guida  del paese  dopo i disastri  e la marginalità in cui ha sprofondato il paese  in con  suo predecessore . Ci ha riempiti di menzogne sui suoi  successi ottenuti in Europa e i fatti hanno dimostrato il contrario . Proprio in questi giorni vi è stato un vertice  tra Merkel e Macron  e il Gentiloni italiano non è stato neppure invitato  prova evidente che  nessuno  se lo fila ed il nostro paese  serve solo  foraggiare l’europa  ricevendo  in cambio solo calci  come è accaduto   sullo scottante tema dell’immigrazione , dove l’europa non ha fatto un tubo lasciandoci soli a  gestite un fenomeno più immenso di noi. Né il buon Minniti può  cantare gloria  perché nonostante avesse lautamente pagato le tribù libiche ha scambiato per successo una  immensa fregatura. I barconi hanno cominciato a sbarcare e i libici si son fottuti i finanziamenti.  Renzi purtroppo per noi  è un buono a nulla nonostante si sforzi di far credere al paese  di  aver governato con successo; la sua faziosita’ lo offusca , non gli consente la  lucidità necessaria per fargli capire  di aver portato il paese al fallimento tanto che ora nessuno  neppure nel pd lo vuole candidare  alle prossime elezioni. In proposito   lo stesso  Ministro Padoan  offrendo la propria candidatura ha chiaramente dimostrato la pochezza di Renzi facendo capire a tutti che non intende fare il secondo  a uno che non ha credibilità , non ha carisma  ma soprattutto che non capisce un bel nulla.  D’altra parte è  noto che la sinistra non ha mai espresso buoni  uomini di  governo  quando  ha governato si è servita di Prodi  che non era certamente comunista  e ultimamente  con i governi Renzi,Letta e Gentiloni ha ridotto il paese in miseria. Non i dati istat ma certamente quelli di Unimpresa e della Cgia di Mestre dicono tutto il contrario dell’istat e parlano di un Italia  sull’orlo di un precipizio. Ormai sono maturi e  stufi di questa sinistra  falsa menzognera incompetente  faziosa e presuntuosa   e  sulla scia delle ultime tornate elettorali anche questa volta daranno  un bel calcio  a tutti questi portatori di miseria , di disoccupazione, di  impoverimento sociale, culturale e morale.  Hanno pensato solo ai fatti loro . hanno promesso mari e monti . bonus e agevolazioni varie   senza coperture finanziarie ,  tramandando ai governi futuri   l’obbligo di reperire risorse in modo che se quest’ultimi  non vi dovessero riuscire  diventerebbero i colpevoli di una mascalzonata creata allo scopo .   Dopo cinque anni di ruberie ai pensionati  hanno concesso una rivalutazione  delle pensioni  di dieci euro  offendendone la dignità personale e tutta la vita lavorativa , di contro si sino  approvata la legge sui vitalizi . A questo    governo quindi l’istat   offre il proprio appoggio e gli tira la volata unitamente alla rai  il cui canone lo pagano tutti  gli italiani.  Se esaminiamo a fondo  come sonostati usati i soldi degli italiani  risulta in tutta evidenza  il foraggiamento che questo governo ha dato alla grande impresa ed alle banche  i cui vertici sono tuttora iscritti al pd   e molti di essi rivestono anche cariche di governo. Oggi in piena campagna elettorale  promettono di tutto e di più e perfino l’abolizione delle tasse universitarie .  Bene cari amici abbiamo risolto i problemi del paese peccato solo che  il debito pubblico è ai massimi storici  il lavoro , quello del milione di posti in più, e fatto di 990.000 precari che prima erano maggiormente tutelati , i poveri sono arrivati a 4 milioni e coloro che non arrivano alla fine del mese sono quasi 11 milioni. Rendiamo grazie a tutti a  Napolitano.Monti, Letta, Renzi e  Gentiloni. all’istat alla rai e mandiamoli tutti a quel paese sperando che il nuovo riesca a riparare i cocci che questa armata Brancaleone ci ha lasciato.

 

 

 

 

 

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: